Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

Primo Piano - Diogene Annunci Economici Forlì

Un giorno ordineremo la pizza online grazie all’intelligenza artificiale

Un assistente personale a forma di bit

Un giorno ordineremo la pizza online grazie all’intelligenza artificiale

Chissà cosa avrebbe pensato Felice Sciosciammocca, il personaggio creato da Eduardo Scarpetta per alcune delle sue commedie napoletane, sull’ipotesi di ordinare una ‘pizzella’ attraverso una intelligenza artificiale anziché servirsi di Peppiniello. Quello che molti film di fantascienza hanno ipotizzato non troppi anni fa, sta prendendo corpo e, cioè, servirsi di un assistente personale a forma di bit.
E’ un futuro non troppo lontano dal momento che i giganti dell’informatica come Microsoft e Google stanno investendo risorse ed energie per trovare la quadratura del cerchio rappresentata dallo sviluppo della intelligenza artificiale che seguirà l’evoluzione della razza umana.
E’ quanto formalmente è stato annunciato da Satya Nadella, CEO di Microsoft, che ha previsto che una forma di questa intelligenza, sarà da considerarsi come una maturità di quel sistema di App con il quale stiamo imparando a convivere.

 

In buona sostanza questa intelligenza sarà in grado di apprendere le nostre abitudini, le preferenze, le necessità ricorrenti e gestire i nostri desiderata, sostituendoci concretamente in tutte quelle operazioni che oggi materialmente compiamo servendoci delle App.
Ad esempio, Microsoft ha illustrato come una intelligenza artificiale può essere capace di ordinare una pizza senza collegarsi al sito o telefonando ma solamente dando istruzioni con un comando scritto (‘ordinami una pizza napoletana’)  e lasciando che sia l’intelligenza a processare l’ordine e pagandolo comunicando alla pizzeria i dati relativi per la consegna.
E’ questa una non lontana realtà che, in qualche modo, richiama una applicazione pensata e realizzata da un’azienda spinoff nata presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Si tratta di una applicazione che evita di fare fisicamente le noiose file di attesa.  L’App che si chiama ‘Qathome’ fa la coda al posto nostro eliminando il fastidio di perdere tempo ed avvisandoci quando sta arrivando il nostro turno.
Ma dal vedersi aiutare da una intelligenza artificiale o da una App che elimini la coda, se vogliamo mangiare una pizza che avrebbe soddisfatto anche Totò, occorre andare a Forlì da Gigiopizza e mettersi in fila, sicuri che l’attesa sarà ben ricompensata.


Redazione Diogene

giovedì 21 aprile 2016