Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

mentelocale - Diogene Annunci Economici Forlì

La Romagna sotto l'albero

La Romagna sotto l'albero

Anche quest’anno, come oramai è tradizione, l’edizione di mentelocale che precede il Natale la vogliamo dedicare alle proposte editoriali a “chilometro zero”, ovvero a tutti quei libri, scritti o stampati in terra di Romagna. Un libro che parla della nostra storia, delle nostre tradizioni oppure che è stato scritto da chi vive nella nostra Romagna sarà certamente un ottimo dono da lasciare sotto l’albero per amici e parenti.

Anche per il Natale 2014 vi consigliamo di regalare libri di carta, perché il libro di carta si può
 incartare (perdonate il bisticcio di parole). Inoltre, anche perché se per alcuni appare già un po’ vintage, il libro resta sempre un oggetto affascinante, da aprire, sfogliare e scoprire.

I consigli per gli acquisti che vi daremo sono suddivisi per categorie. Ampia anche quest’anno è la proposta con la quale editori e scrittori romagnoli si presentano alle festività natalizie. Non ce ne vorranno le case editrici che, per motivi di spazio, non riusciremo a citare. Al tempo stesso ci scusiamo sin da ora con chi avremo dimenticato di segnalare, garantendo che l’eventuale dimenticanza è dovuta unicamente alla buona fede.

Tutti i volumi elencati sono stati pubblicati nel 2014 e sono reperibili nelle migliori librerie ed edicole di Forlì e della Romagna. La gran parte dei titoli riportati sono ordinabili anche sui siti online.

 

Innanzitutto diverse sono le guide che sono state pubblicate nel 2014 e che hanno come oggetto la scoperta di luoghi o aspetti caratteristici della nostra terra, primo tra tutti il nostro “Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea” (a cura di Marco Viroli e Gabriele Zelli) che segue di due anni la fortunatissima “Forlì. Guida alla città”. Citiamo poi: “Guida a luoghi e sapori nel cuore della Romagna”, a cura di Strada dei Vini e dei Sapori dei colli di Forlì e Cesena; “52 domeniche con i bambini in Romagna”, a cura di Gianluca Gatta; “52 trattosterie in Romagna” di Alessandra Meldolesi e Alessandro Rossi.

 

Nel corso di quest’anno sono stati pubblicati numerosi libri dedicati a Forlì e alla sua storia, tra cui uno dei più importanti è il recentissimo “Storia di Forlì. Dalla preistoria all’anno Duemila” di Sergio Spada, Marco Viroli e Mario Proli. Altri volumi sono usciti in occasione dei 70 anni della Liberazione della città: “I giorni che sconvolsero Forlì. 8 settembre 1943-10 dicembre 1944”, dato alle stampe dal sottoscritto insieme a Gabriele Zelli; “I rifugi antiaerei della città di Forlì. Quando la morte venne dal cielo” di Elisa Gianardi e Fabio Blaco; “Vista dal Suffragio” di don Alfredo Ghinassi, a cura di don Paolo Giuliani. In vista del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel Primo conflitto mondiale, Giovanni Tassani ha curato lo splendido volume dal titolo “Primo Novecento e Grande Guerra, il laboratorio forlivese”. Da ricordare poi “Vecchiazzano”, pubblicato nell’ambito della collana dei libri dedicata ai borghi e ai sobborghi della città.

 

Per quanto riguarda la storia locale corre obbligo citare: “La settimana rossa” di Sara Samorì, uscito in occasione del centenario dei tumulti popolari che scossero le Marche e la Romagna; “Il papato alla conquista della Romagna” di Carlo Dal Monte; “Violante Malatesta da Montefeltro. Magnifica signora di Cesena” di Francesca Baronio.

 

Nella ricca e articolata proposta in campo di saggistica che tratta della Romagna, dei suoi luoghi e delle sue tradizioni vanno citati: “52 castelli in Romagna”, raccontati con le fotografie panoramiche di Ferdinando Cimatti; “I misteri di Rimini” di Vera Bessone e Federicomaria Muccioli; “Tenebrosa Romagna” di Eraldo Baldini; “Rapsodie romagnole” di Roberto Mercadini.

 

Per ciò che riguarda lo sport locale e la sua storia, spiccano tre libri dall’ampio apparato fotografico: “Predappio Rocca delle Caminate. Una corsa nella storia 1955-1967. I piloti romagnoli che la corsero” di Cesare Sangiorgi; “Pagine di gloria del ciclismo romagnolo 1909-1960” di Romano Donati; “Otello Buscherini”, a cura dell’Associazione Otello Buscherini.

 

Anche in Romagna, come nel resto d’Italia, l’editoria locale ha dato alle stampe alcuni interessanti libri che parlano di cucina e di tradizioni culinarie: “I riti della tavola in Romagna” di Eraldo Baldini; “Caro vecchio porco ti voglio bene” di Graziano Pozzetto; “Le ricette del monsignore”, a cura dell’Associazione Pro Rubicone; “Ricette di famiglia” di Mariavittoria Andrini.

 

Alcuni volumi editi in questi ultimi mesi offrono al lettore la possibilità di approfondire notevoli testimonianze di vita, tra questi vanno ricordati: “La foja de farfaraz. Predappio. Cronache di una comunità viva e consapevole” di Palmiro Capacci, Rolando Pasini, Virna Giunchi; “La battaglia delle idee è la forma della democrazia. Vita e storia politica di Ariella Farneti (1921-2006)” di Letizia Magnani; “Thorvaldsen. La bella malinconia” di Pierluigi Moressa; “I vicini scomodi. Storia di un ebreo di provincia, di sua moglie e dei suoi tre figli negli anni del Fascismo” di Roberto Matatia; “L’idea dell’India”, album fotografico dedicato al compianto Alberto Berti, a cura di Paola Foggetti e dell’Associazione Sorrisi dal Mondo Onlus.

 

Proseguendo in questa velocissima carrellata, agli amanti della narrativa locale consigliamo alcune interessanti uscite di quest’anno: “Annina rubata. Il mistero di Forlì” di Paolo Cortesi; “Landrù. La vita meravigliosa di un gatto romagnolo” di Mario Maiolani; “Il circolo della notte” di Davide Zanfini; “Legami di sangue” di Ilaria Milandri; “Le troppe facce dell’amore” di Manlio Monti; “Il rimorso” di Franco Ferlini.

Un caso a parte, tra il saggio e la narrativa, è quello rappresentato dall’ultima fatica dello scritto-ispettore Carmelo Pecora: “Gli infedeli. Storie e domande della Uno bianca”.

 

Non potevamo mancare inoltre di segnalare alcune raccolte di poesia uscite nei mesi di quest’anno che volge al termine: “Int e’ zét dal mi calér” del poeta dialettale forlivese Marino Monti; “La dimora del tempo” di Sandra Evangelisti; “Oltre le ringhiere” di Filippo Amadei; “La traccia delle vene” di Clery Celeste.

“Verde Luna. Racconti, acquerelli e altro” del pittore Sergio Celetti è invece un piccolo libro a cavallo tra l’arte grafica e la poesia.

 

Ultimo ma non ultimo, ci preme citare “Futuro selvaggio” di Jacopo Maltoni, un album a fumetti in cui il giovanissimo autore ci apre le porte del suo mondo segreto.

 

Approfittiamo di questo ultimo numero dell’anno per inviare il nostro più sincero augurio di buone feste e buona lettura a tutti i lettori di «mentelocale» e agli amanti di letteratura, arte, sport, cinema, teatro, spettacolo e di tutto ciò che libera la mente.

BUON NATALE E BUON ANNO NUOVO!


Marco Viroli

domenica 14 dicembre 2014