Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

mentelocale - Diogene Annunci Economici Forlì

Anteprima della mostra Genesi di Salgado

Dal 28 ottobre al 29 gennaio

Anteprima della mostra Genesi di Salgado

Sebastião Salgado, grande fotografo brasiliano, nato ad Aimorés l’8 febbraio 1944, ha girato la Terra in lungo e in largo, un viaggio durato dieci anni alla ricerca di luoghi incontaminati, tra cui Antartide, Amazzonia, Circolo Polare Artico e Patagonia. Luoghi in cui è possibile tornare alle origini ma che oggi lanciano un grido d’allarme, un modo potente di porre al centro dell’attenzione la conservazione dell’ambiente e un rapporto più armonico tra l’uomo e la natura.

Dopo il grande successo della mostra “Icons and Women” di Steve McCurry, la grande fotografia torna protagonista della Settimana del Buon Vivere a Forlì. La mostra “Genesi“, che inaugurerà il 28 ottobre e resterà visitabile fino al 29 gennaio, sarà preceduta, domenica 2 ottobre alle 17.30, dalla proiezione del film “Il Sale della Terra” di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado. Potente nella sua essenziale purezza, il messaggio di “Genesi” è incredibilmente attuale, poiché pone l’accento sul tema della preservazione del nostro pianeta e dell’imprescindibile necessità di vivere in rapporto più armonico con l’ambiente.

“Genesi” di Sebastião Salgado è un progetto avviato nel 2003 e terminato nel 2013. Grazie a 245 eccezionali immagini che compongono un itinerario fotografico in un bianco e nero di grande incanto, la mostra racconta la rara bellezza del patrimonio unico e prezioso di cui disponiamo: il nostro pianeta.

All'inizio della realizzazione del progetto “Genesi”, Salgado aveva calcolato che avrebbe dovuto girare il mondo con 600 rullini di formato 220, con un peso di 30 chili circa di pellicola. Ma con le misure di sicurezza applicate negli aeroporti di tutto il mondo, dopo l'11 settembre 2001, le pellicole avrebbero dovuto attraversare più volte i rilevatori a raggi X, con perdita di qualità dell'immagine e quindi del vantaggio qualitativo che avrebbe dovuto derivare dall'uso del medio formato. Salgado decise allora di utilizzare una Canon 1Ds Mark III, da 21 megapixel, riducendo il peso previsto del materiale sensibile, da 30 kg. delle pellicole, ad 1,5 kg. di schede digitali.

Tutte le fotografie di “Genesi” sono state realizzate da Salgado con lo scopo di immortalare un mondo in cui natura ed esseri viventi vivono ancora in equilibrio con l’ambiente. Una parte del suo lavoro è rivolto agli animali, impressi nel suo obiettivo attraverso un lungo lavoro di immedesimazione con i loro habitat.

Un’attenzione particolare è stata riservata anche alle popolazioni indigene ancora vergini e in totale armonia con gli elementi del proprio ambiente naturale.

L’allestimento dell’esposizione sarà suddiviso in cinque sezioni, come cinque sono le parti del mondo che Salgado ha visitato e avrà uno svolgimento lineare e alla luce naturale, senza l’utilizzo di scenografie e allestimenti.

Con i suoi bianco e nero di grande potenza, “Genesi” è un atto di amore verso la Terra, ma anche un grido d’allarme e un monito per tutti gli uomini affinché cerchino di preservare queste zone ancora incontaminate, per far sì che, nel tempo che viviamo, sviluppo e progresso non siano più sinonimo di distruzione.

“Tema della Settimana del Buon Vivere è l’ambiente – ha fatto notare Monica Fantini, vice presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi e ideatrice della Settimana del Buon Vivere –, per questo la scelta di esporre le opere di Salgado non poteva essere più appropriata”.

Ideata da Amazonas Images, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmi di Forlì in collaborazione con il Comune di Forlì, “Genesi” è organizzata da Civita Mostre in collaborazione con Contrasto.

Novità importante rispetto alla mostra di McCurry, tenutasi lo scorso anno, è che “Genesi” avrà come suggestivo scenario non il San Domenico ma l’ex Chiesa di San Giacomo. Questa scelta è stata resa necessaria per via delle grandi dimensioni delle immagini esposte e su espressa richiesta di Lélia Salgado, compagna di Sebastião e ideatrice della mostra.

Il San Giacomo è risultato perfetto allo scopo espositivo, anche se però questo spostamento logistico ha comportato uno slittamento dell’inizio della mostra, che comunque resta legata alla Settimana del Buon Vivere, che si svolge dal 25 settembre al 2 ottobre.

“Il grande successo della mostra di McCurry (75.000 visitatori) – ha sottolineato Roberto Pinza presidente della Fondazione Carisp – ci ha posto di fronte alla problematica di continuare su questa strada, organizzando eventi dello stesso livello. Eguagliare McCurry non sarà semplice ma ci proveremo. Inoltre possiamo già preannunciare sin da ora che ogni anno la nostra città, oltre alla ormai classica grande mostra di inizio anno, ospiterà anche un grande evento legato alla fotografia”.

 

Domenica 2 ottobre 2016, ore 17.30

Chiesa di San Giacomo in San Domenico

“Il Sale della Terra”

Un film di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado magnificamente ispirato dalla potenza lirica della fotografia di Sebastião Salgado. Un documentario monumentale, che traccia l’itinerario artistico e umano del fotografo brasiliano.

 

28 ottobre 2016 – 29 gennaio 2017

Chiesa di San Giacomo in San Domenico

Forlì, piazza Guido da Montefeltro

Genesi

Sebastião Salgado

A cura di Lélia Wanick Salgado

 


Marco Viroli

venerdì 2 settembre 2016