Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

InfoCasa - Diogene Annunci Economici Forlì

Manutenzione

Pavimentazione cortile condominiale

Manutenzione

I lavori di manutenzione della pavimentazione del cortile condominiale portano con sé alcuni dubbi:

come devono essere considerate queste opere?

quali sono i quorum deliberativi di riferimento?

in che modo ripartire le spese derivanti dalla esecuzione dei lavori?

Specifichiamo che per manutenzione qui intendiamo compresa anche quell’attività di sostituzione parziale o integrale della pavimentazione cortilizia.

Manutenzione della pavimentazione del cortile, ordinarietà edilizia e straordinarietà condominiale

Rifare il pavimento del cortile condominiale è opera che dev’essere deliberata dall’assemblea?

Alla domanda quasi sempre bisogna dare risposta positiva: non si può escludere che l’urgenza dell’intervento possa legittimare l’amministratore (art. 1135, secondo comma, c.c.).

Vi sono, poi, quelle situazioni rispetto alle quali le dimensioni del cortile e l’esiguità della spesa lasciano considerare legittimi piccoli interventi di manutenzione ordinaria eseguiti su input dell’amministratore, salvo rendicontazione per la ratifica alla fine dell’anno (si veda Cass. n. 454/2017).

A livello edilizio, ossia guardando alle norme di cui al d.p.r. n. 380/01 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) ed ai successivi provvedimenti attuativi, il la manutenzione della pavimentazione cortilizia è annoverata tra le opere di manutenzione ordinaria.

In tal senso, l’allegato Decreto 2 marzo 2018 (Approvazione del glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222), stabilisce che la riparazione, sostituzione, rinnovamento (comprese le opere correlate quali guaine, sottofondi, etc.) della pavimentazione esterna e interna, va considerata manutenzione ordinaria rientrante nell’ambito dell’attività edilizia libera che non necessita di alcuna comunicazione all’autorità comunale, fermo restando quanto stabilito per vincoli storici, ecc.

 

Manutenzione della pavimentazione del cortile e ripartizione delle spese

Il costo della manutenzione della pavimentazione del cortile condominiale rientra tra quelli afferenti alla conservazione delle cose comuni e, come tale, deve essere ripartito tra tutti i condòmini secondo i millesimi di proprietà.

E se il cortile funge da copertura di un’autorimessa (come di depositi, ecc.)? in questo caso, chi paga che cosa in relazione alla manutenzione della pavimentazione? I proprietari dei locali sottostanti devono contribuire, come se si trattasse d’un lastrico solare in uso/proprietà esclusiva?

La spesa per la pavimentazione va sostenuta dal proprietario del piano di calpestio, ossia tutti i condòmini ovvero quelli che ne sono proprietari in ragione dei millesimi di proprietà (Cass. 14 settembre 2017, n. 21337).


Mirco Bresciani

venerdì 21 settembre 2018