Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

Primo Piano - Diogene Annunci Economici Forlì


30 maggio 2020

I lunghi mesi del Secondo conflitto mondiale a Rovere

Settima tappa dell'itinerario storico in previsione del 2 giugno

Fra pochi giorni ricorrerà l'anniversario della nascita della Repubblica Italiana dopo venti anni di regime dittatoriale e al termine di un conflitto che causò immani distruzioni e oltre sessanta milioni di morti. Che festa sarà quest'anno mentre si sta ancora combattendo la pandemia generata dalla diffusione del virus Covid 19? Come già avvenuto per il 25 aprile e per il 1 maggio, non saranno consentite manifestazioni, iniziative culturali e musicali di massa. Le celebrazioni avranno anche in questo caso un taglio molto tecnologico, oppure saranno contingentate.

Gabriele Zelli
 
Leggi …
 

29 maggio 2020

La battaglia di Biserno di Santa Sofia

Sesta tappa dell'itinerario storico in previsione del 2 giugno

L'odierna tappa storica di avvicinamento al 2 giugno, festa della Repubblica, ci conduce nel territorio di Santa Sofia, abbastanza distante dal punto di vista chilometrico da Forlì, ma in realtà unito dagli avvenimenti della Resistenza combattuta da dopo l'8 settembre 1943 alla Liberazione. Infatti in questa zona il 12 aprile 1944 dodici partigiani appartenenti alle brigate Garibaldi sacrificarono la vita per consentire ai compagni, in gran parte originari della pianura forlivese e romagnola, di tentare di sottrarsi al rastrellamento tedesco. In previsione dell’attacco alleato alla Linea Gustav il Comando tedesco decise di ripulire della presenza partigiana la zona della Linea Gotica attraversata da vie di collegamento di importanza strategica per il rifornimento e la ritirata delle truppe impegnate al fronte. Ai primi dell’aprile 1944 la divisione “Hermann Goering” rinforzata da reparti di SS e della Guardia nazionale repubblicana iniziò il rastrellamento.

Gabriele Zelli
 
Leggi …
 

28 maggio 2020

La lapide che ricorda i morti del bombardamento tedesco del 10 dicembre 1944

Quarta tappa dell'itinerario in previsione del 2 giugno

Nel percorso di avvicinamento alla Festa della Repubblica attraverso alcuni luoghi simbolo di Forlì, che permettono di raccontare le tragedie del Secondo conflitto mondiale e comprendere il grande valore della pace, non poteva mancare la lapide che ricorda le vittime del bombardamento tedesco del 10 dicembre 1944. La lastra di marmo è collocata sul muro del Monastero della Clarisse Povere, il cui monastero subì danni totalmente risanati con il restauro terminato qualche anno fa, poco oltre la porta di accesso, sulla sinistra del loggiato della chiesa di San Biagio, anch'essa completamente ricostruita negli anni '50, seppure completamente priva delle opere di Marco Palmezzano e di Melozzo degli Ambrogi. 

 

Gabriele Zelli
 
Leggi …
 

28 maggio 2020

GIORNATA DELLA BIODIVERSITÀ

PASSEGGIATA LUNEDÌ 1 GIUGNO

Biodiversità è la varietà degli esseri viventi che popolano la Terra. Una varietà incredibile di organismi, esseri piccolissimi, piante, animali ed ecosistemi tutti legati l’uno all’altro, tutti indispensabili.
Anche noi facciamo parte della biodiversità! 
Sarà possibile celebrare questa giornata speciale con una passeggiata in compagnia della guida escursionistica Paolo Laghi che racconterà a grandi e piccini l’importanza della diversità biologica, attraverso i suoni che si potranno ascoltare durante la serata.

 

Gabriele Zelli
 
Leggi …
 

27 maggio 2020

Santa Maria del Fiore: una cappella ricorda i morti del 19 maggio 1944

Terza tappa dell'itinerario storico in previsione del 2 giugno

Quel 19 maggio 1944 mai i forlivesi si sarebbero aspettati un simile inferno proveniente dal cielo. Anche se il “Cittadone”, come tutta l’Italia, era fortemente prostrato da quattro anni di conflitto mondiale, la vita continuava fra incertezze, fame e mercato nero.
In molti covava già l’illusoria speranza che la guerra finisse presto, sul presupposto che gli anglo-americani erano ormai alle porte di Roma, dopo lo sbarco ad Anzio nel gennaio di quell’anno e un’avanzata lenta ma incessante. Quel venerdì mattina di settant’anni fa, la via Ravegnana era percorsa da frotte di contadini e massaie diretti al mercato. E fu proprio su quella direttrice che si scatenò il finimondo.
 

Gabriele Zelli
 
Leggi …
 

27 maggio 2020

Una corona di alloro per gli sminatori deceduti

Ancora oggi, dopo 75 anni dalla fine del Secondo conflitto mondiale, capita di frequente di registrare il ritrovamento di residuati bellici esplosivi che, per cause diverse, allora non manifestarono il…
 

27 maggio 2020

Il Ronco Lido: da spiaggia dei forlivesi a luogo abbandonato

Sono ormai lontani i tempi dei birocciai, fino al dopoguerra uno dei mestieri più diffusi al Ronco; rastellavano la ghiaia o caricavano la sabbia direttamente nel letto del fiume e…
 

27 maggio 2020

Il Lions Club Forlì Host dona due saturimetri alla Casa di riposo di Santa Sofia

Il persistere dell'emergenza del diffondersi del virus Covid 19, seppure in maniera molto più limitata, ha indotto il Lions Club Forlì Host a donare due saturimetri, offerti dal socio Vittorio…
 

27 maggio 2020

L'EUROPA SUL SOFÀ: ULTIMO APPUNTAMENTO

L’Unione europea entra nelle nostre case e prende posto sul divano. “Europa sul Sofà” è un ciclo di incontri ideato ed organizzato dai Junior Experts del Punto Europa di Forlì, completamente…
 

27 maggio 2020

GIOCARE TUTTI CON ARTE

28 maggio Giornata Mondiale del gioco. Giocando con la luce, tre mostre fotografiche sul gioco  oggi, presso l’Ausl Romagna che volgono al termine con un omaggio in libri al Reparto di  Pediatria.…
 
Mostra altri