Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

e Scapazon - Diogene Annunci Economici Forlì

Tribu’ alimentari

Tribu’ alimentari

Un’ordinanza comunale di Forlì ha diviso la città in agglomerati tribali. Non più cittadini, ma appartenenti a tribù, distribuite per quartieri e a loro volta delineati e censiti per scelte alimentari e gusti.

Multe salatissime per chi contravviene. I controlli? Sono state create apposite ronde formate da dietologi severissimi che si aggirano per i territori selezionati, esaminando, interrogando, verbalizzando. Dura lex sed lex.

Le tribù, guidate da un capo, si aggirano nelle aree a loro destinate in cerca dei cibi a cui si sono dedicati.  E lo fanno con severità assoluta verso se stessi, pena l’estradizione.

Una delle tribù più numerosa e potente è quella dei vegani, ricercatori di tutto ciò che muove la coda o muggisce o bela o grugnisce.

Vegetariani, tribù altrettanto potente che ha fatto arricchire la casta dei negozi di frutta e verdura. Caratteristica somatica: tutti i proseliti sono magri e macilenti, ma – affermano orgogliosi – sani.

I fruttariani sono un sottoprodotto di vega e vege – come amano abbreviarsi nelle loro comunity. Si imbottiscono di vegetali, diventando col tempo minestroni e macedonie viventi.

I crudisti e i carnivori: sottospecie delle tribù dei pigmei antropofagi: si cibano di tutto ciò che respira e si muove. Odiano i vega e i vege.

Infine gli onnivori, persone bulimiche e obese che masticano giorno e notte.

Le minoranze dei “normali” girano per la città alla ricerca disperata di tagliatelle e cappelletti. Ma non è facile…


Leonello Flamigni

venerdì 10 novembre 2017